Con quasi 500 chilometri di estensione da un’estremità all’altra e una differenza di territori unica in Italia, è molto difficile parlare di uniformità e di condizioni simili per la Daunia o per il Salento, per la Murgia barese o per le Terre del Primitivo.

La Puglia terra di grandi vini rossi, ma chi fa davvero la differenza in questa regione è il vino rosato che nulla ha da meno rispetto alle altre categorie. In alcune zone particolarmente vocate, vedi la Daunia ed il Salento, può raggiungere livelli di assoluta eccellenza e grande qualità, dal Bombino Nero o dal Negroamaro. Qui infatti si producono i migliori Rosati d’Italia; nel Salento poi la media qualitativa è assai significativa e in molti casi raggiunge valutazioni da vino di gran classe. Per chi avesse voglia di scommettere e sconfiggere uno dei pregiudizi legati alla tipologia di chi ha voluto confinarli a vini di poca importanza – consigliamo di acquistare qualcuno di questi rosati, custodirli con cura e stapparli dopo qualche anno dall’ingresso in commercio.

A parte i rosati, la Puglia continua a confermarsi come una delle regioni dove si produce vino di qualità. Il Nero di Troia improntato più sulla piacevolezza e l’eleganza che sulla struttura nervosa e scorbutica della sua uva, trae beneficio da un oculato affinamento. Il Primitivo, della zona di Manduria e di Gioia del Colle, vino di grande struttura ed alta gradazione ma allo stesso tempo di assoluta pregevolezza. Il Negroamaro dimostra le sue potenzialità di vino di razza regala bottiglie eleganti, capaci di evolvere nel tempo e regalare splendide emozioni.

Ma la vera conferma  della vera qualità presente in questa regione arriva dai tanti vini prodotti con uve meno note e rivalutate con caparbietà da tanti produttori, come i vini bianchi vinificati con uve autoctone come Bombino, Verdeca, Minutolo, Greco, Malvasia, Impigno e Francavidda da cui si ottengono vini da un forte connotato territoriale e dalla spiccata personalità.

I NOSTRI VINI DALLA PUGLIA
Altri Prodotti
CANTINE